Progetto

Senza titolo-4 copia

 

 

#ridieassapori racchiude l’obiettivo principale di creare comunità digitali raccolte intorno al topic divertimento, scoperte, incontri, esplorazioni, moda, tradizione e gusto che grazie all’hashtag # posizionato davanti a ridieassapori, trasforma automaticamente tale parola in link attivo ed evidenzia l’evoluzione nel modo di ottenere e condividere informazioni o foto in pochi secondi dopo lo scatto su Twitter e Instagram.

 #ridieassapori è in linea con i nuovi bisogni e tendenze delle persone mosse dalla necessità di avere le informazioni sempre a portata di mano.

         Motivazione alla base dell’idea progettuale

310958_2327932008360_1551494591_32460412_1790614670_nNegli ultimi anni, i giovani o meglio i “nativi digitali” comunicano utilizzando nuovi termini coniati dall’uso dei social network come: “ti taggo? Hai fatto il check-in al bar? Hai inserito #instagood? Geolocalizzati! Hai condiviso il mio post?” “Hai messo mi piace alla mia foto”?

Questo dimostra come i social media hanno cambiato il nostro modo di vivere, di parlare, di connettersi e di ampliare la nostra sfera sociale.

Dati tratti dal convegno socialmediaweek 2012 Torino stimano che il 26% del tempo totale trascorso su internet è dedicato a un social network.Facebook è il social network per eccellenza utilizzato da 900 milioni di iscritti e a seguire: Twitter con 550 milioni, Google + con 170 milioni, Linkedin con 150 milioni e infine, Pinterest con 11 milioni. In un minuto si creano nel web: 100.000 Tweet, 3.600 foto caricate su Instagram, 48H di video caricati su Youtube, 2.000 check-in su Foursquare e 680.000 post condivisi su Facebook.

I social network sono diventati:

  • il prolungamento simbolico del proprio sé;
  • una grande risorsa per condividere con altri i propri documenti, video, foto, esperienze e conoscenze.

Essi hanno accelerato il processo di scambio d’informazione: è vetusta l’idea di stampare o salvare sul proprio pc una bella immagine o un bell’articolo da far vedere agli amici. Oggi con un semplice click sull’icona di Facebook o share sulla stessa pagina, si può mandare qualsiasi contenuto multimediale a chiunque senza sprecare tempo online. Ma non solo, i social network hanno semplificato il processo di ricerca dell’informazione grazie al famoso simbolo del cancelletto “#” o hashtag che è diventato un’assodata consuetudine in quanto permette la categorizzazione, ricerca, aggregazione di messaggi e discussioni.

credits DMG Comunicazione4

credits DMG Comunicazione

A sostenere la crescita dei social network e il processo di diffusione delle informazioni è lo smartphone che, come il pc, è diventato bene primario per lo svago, per la ricerca di lavoro, viaggi, hotel, ristoranti, immobile o prodotti da acquistare per la vita quotidiana, confrontando e ricercando quelli più competitivi o adatti alle proprie esigenze.

Come illustrato dall’ultimo studio effettuato da SuperMoney, l’uso di questi dispositivi è entrato così tanto nelle nostre vite da occupare all’incirca il 25% delle ore che passiamo da svegli, quindi 4 ore, tra navigazione in internet (3.15 ore), chiamate (37 minuti) e invio di sms (15 minuti). La Task Force dell’Automotive stima ad oggi che il 28% degli italiani possiede uno smartphone e di questi il 54% lo usa per collegarsi ai social network, mentre il 75% ci si collega a Internet e il 70% invia email. In generale, il 70% della popolazione è ormai connesso e oltre il 90% dei connessi usa i social networks.

Ovunque si vada, in qualsiasi posto ci si trovi: bar, farmacia, spiaggia, metro, ufficio si vedono continuamente persone con uno smartphone, intente a navigare in mobilità su siti di vario tipo o a passare tempo sui social network.

         Cosa accade in ambito turistico?

valencia_28Grazie al web mobile e ai dispositivi smartphone le persone hanno cambiato le loro abitudini, soprattutto in ambito turistico utilizzato per pianificare ed arricchire la vacanza di ognuno di noi. Non a caso, cresce l’esigenza in rete di consigliare posti degni di essere visitati, di dare un giudizio sull’hotel in cui si è stati e di criticare l’accoglienza di determinati operatori turistici. Diversi report internazionali testimoniano la crescita inequivocabile di una nuova realtà mobile travel. La domanda turistica sta conoscendo, negli ultimi anni, un processo evolutivo particolare, che vede l’aumento del grado d’importanza del web marketing che comunica in modo diverso secondo il target di riferimento.

Le imprese e i sistemi turistici, infatti, devono orientare le proprie scelte strategiche e di marketing verso soluzioni sempre più diverse e personalizzate, pur rispettando i criteri di economicità ed efficienza delle scelte gestionali.

Chi ama viaggiare frequentemente è predisposto a condividere le proprie esperienze, i consigli sulle località visitate, i suggerimenti sulle strutture ricettive, le foto e i ricordi della vacanza in primo luogo con i propri amici e poi con altri viaggiatori, utilizzando Facebook, Twitter, Instagram, Foursquare. Questo ci fa comprendere come i social network siano il “posto” più naturale dove cercare e condividere informazioni sui viaggi.


#ridieassapori svolge un duplice ruolo di responsabilità, apprendimento, stimolo e crescita nei confronti dei giovani e di energia e innovazione al settore turistico.

         Obiettivi

  • trulli2Diffondere i principi della narrazione come qualcosa di vivo, di appassionante e di coinvolgente.
  • Far riappropriare i cittadini delle funzioni e dell’orgoglio di appartenenza ad una comunità locale, regionale e nazionale.
  • Creare un “sistema di networking” coinvolgente e sinergico con operatori di settore, associazioni di categoria e istituzioni.

         I nostri buoni propositi

IMG_20130501_191503#ridieassapori racchiude in sé tre caratteristiche fondamentali: originalità, sincerità e messaggio condivisibile.

La narrazione dei luoghi visitati tramite i social network, oltre ad essere al 100% ecosostenibile, ha la pretesa di diffondere in chi ci segue un concetto di “fiducia sociale” che ci predispone a creare reti sociali e a condividere informazioni sui viaggi.

[I miei buoni propositi]

  • riuscire nel mio intento
  • coinvolgere tanti più appassionati del web e dei social
  • cercare sponsor e rafforzare il networking
  • raccogliere un maggior numero di sostenitori online e offline

bicchieri di birra ..alla salute!

#mypugliaexperience

#viennachicandtrendy

#abruzzoinstarail

#invasionidigitali